Tecnico esperto per la mediazione culturale

Descrizione
Il percorso formativo, rilasciante un attestato di qualifica professionale, è stato progettato secondo quanto previsto dall’art. 38 del D.lgs 286 del 25 Luglio del 1998 e dalla legge 8 Novembre 2000, n. 328, ed è rivolto a soggetti che desiderano operare nel settore educativo-sociale come lavoratori autonomi nell’ambito di cooperative sociali, per conto della pubblica amministrazione e nei servizi di prima accoglienza, e svolgere attività di accompagnamento e di facilitazione tra gli immigrati e il contesto in cui si ritrovano a vivere.

Destinatari
Possono iscriversi al percorso formativo soggetti in possesso dei seguenti requisiti:
-scuola secondaria di secondo grado
-per i cittadini stranieri livello B2 nella lingua italiana
-per i cittadini italiani livello B2 nella lingua dei beneficiari immigrati

Obiettivi
Il corso si propone di formare figure specializzate nell’area della mediazione interculturale, che siano in grado di operare con competenza e capacità nei settori educativi e sociali e che possano svolgere azioni di sensibilizzazione culturale e progettare interventi di aiuto all’integrazione degli immigrati nel territorio di riferimento.

Contenuti
-Dinamiche storiche dei processi migratori
-Analisi dei bisogni e delle risorse dell’immigrato e delle comunità straniere;
-Intermediazione culturale;
-Intermediazione linguistica;
-Orientamento, facilitazione e monitoraggio delle relazioni immigrato/servizi;
-predisposizione e rimodulazione del piano di assistenza individualizzato

Durata e metodologie didattiche
Il corso della durata di 500 ore sarà articolato in 350 ore di lezioni frontali, laboratori pratici, simulazioni, Role playing e FaD, e in 150 ore di stage in impresa.

Docenti
Professionisti con esperienza quinquennale nel settore di formazione e gestione di progetti esperti in materia di mediazione linguistica e culturale.